Quanto ai poeti

i Poeti di Terra

Che scrivono piccole poesie

Non hanno bisogno dell’aiuto di nessun uomo.


I Poeti d’Aria

Suonano i più rapidi venti

E a volte s’adagiano nei turbini.

Poesia dopo poesia,

Usan la stessa spinta per rannicchiarsi in sé.

A cinquanta sotto

Il petrolio combustibile non scorre

E il propano se ne resta nel serbatoio.

I Poeti di Fuoco

Bruciano allo zero assoluto

Amor fossile risucchiato.


Il primo

Poeta di acqua

Rimase giù sei anni.

Si ricoprì di alghe.

La vita nella sua poesia

Lascio milioni di minuscole

Orme diverse

Che si intrecciavano nel fango


Col Sole e la Luna

In pancia,

Il Poeta dello Spazio

Dorme.


Non c’è fine al cielo –

Ma le sue poesie,

Come oche selvatiche

Volano oltre il bordo.


Un poeta della Mente

Resta in casa.

La casa è vuota

E non ha i muri.

Una sua poesia

La si vede da tutte le parti,

Dappertutto,

In un colpo d’occhio.