Da sinistra: Fabrizio Bianchi e Domenico Cipriano, Benevento, luglio 2008, (foto di Bianca Madeccia).

Venerdì 25 luglio, ore 21.30. Pianoro di Castelluccia, Solofra (Avellino)

 

 

JP BAND – Jazz Poetry
LE NOTE RICHIAMANO VERSI

 

di

Domenico Cipriano: poesie, Enzo Marangelo: voce, Enzo Orefice: pianoforte, musiche originali

Con

Sergio Fusaro: contrabbasso
Lorenzo Petruzziello: batteria

Se anche la musica si pone come il codice più profondo e misterioso, come generalmente si sostiene, accade dunque che essa cerchi analogie in altri linguaggi, per arricchire il proprio e tentare nuove sintesi espressive. Ciò avviene ovviamente anche nell’universo del jazz, musica la cui tensione ritmico-melodica costituisce un’ardua ma stimolante sfida alle leggi della prosodia. Il progetto della “JP Band” di Domenico Cipriano, Enzo Marangelo ed Enzo Orefice, nasce all’interno di queste coordinate, sviluppando un percorso unitario, ma segmentato in più brani di diversa campitura. Ai testi, che sottraendosi alle convenzioni metriche, accentuano gli aspetti fonici di un versificare ricco di iterazioni e assonanze, corrisponde una musica svelta ed essenziale, sempre attenta ai cambi d’atmosfera, che dialoga con la voce recitante in un gioco di continui rimandi. Ed è questo gioco a riuscire vincente: lasciando che si producano gli spazi del sentire individuale, che garantiscono la tenuta d’assieme, la musica riesce non solo a farsi ascoltare, ma in modo abbastanza inusuale mostra anche di voler ascoltare. Sia perché le voci si ascoltano fra loro: quella dei testi con quella recitante e quella degli strumenti, sia perché coinvolgono l’ascoltatore interrogandone la sensibilità sotto il profilo acustico e intellettuale.

«Comparsa e protagonista» come recita una delle liriche, la sinergia delle voci riesce così a intrigare tanto gli appassionati della musica sincopata quanto i cultori della parola poetica.

                                                                                                          

                                                                                                              Giorgio Rimondi

 

Advertisements