You are currently browsing the daily archive for settembre 27, 2008.

IN CUI SI PARLA DI UNA FOGLIA DI PLATANO 

Nel vagone si sta stretti come sardine ma c’è mancanza di olio.

Lui pensa a cosa c’è sopra la sua testa.

Non i capelli, e nemmeno il tetto del vagone, e nemmeno la volta della galleria, o la terra e i sassi il cemento i lombrichi che scavano e ghiaia mattoni cavi elettrici putrelle. No.

Lui pensa al manto stradale ancora più sopra. E sul manto stradale a una foglia secca di platano. Ha pochi secondi per pensare a quella foglia, che si sta già allontanando mentre la metropolitana si rimette in moto. Ha solo un attimo per pensare che quella foglia di platano è stata tra le dita di una ragazza che non incontrerà mai. Lei l’ha tenuta tra le dita per qualche secondo, poi l’ha lasciata cadere, all’ingresso del parco. Il vento ha fatto il resto.

Leggi il seguito di questo post »

Variazioni sul buio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: