“Che cos’è più violento, la minaccia di uno stupro per strada o una legge che decide il destino della vita e dei corpi?”, scrive Bia Sarasini nel pezzo di apertura del “Tema” della nostra Leggendaria n. 74, che sarà in libreria a partire dal 26 marzo. Esattamente un anno fa, nel febbraio 2008, avevamo dedicato a questo tema il numero “Donne politica violenza”, suggerendo che nel clima che si era determinato in vista della campagna elettorale fosse la politica stessa ad essere violenta e a generare violenza: causa del problema dunque, e non invece parte della possibile soluzione. L’intuizione ha trovato conferma, la violenza è diventata pervasiva e onnipresente, cifra dominante di un discorso pubblico che non esita a spingersi fin nelle pieghe più intime delle nostre vite, come ci dicono gli articoli di Assunta Sarlo, Giulia Dalla Negra, Maria Grosso, Mariella Gramaglia e il poema di Pina Piccolo. Perché un filo robusto lega l’ondata di stupri che si registra nel Paese, la vicenda di Eluana Englaro che ha segnato il senso e il corso della discussione sul testamento biologico, il pacchetto sicurezza che incrementa e legittima la criminalizzazione degli immigrati, donne e uomini sempre più considerati non-soggetti su cui esercitare tutta la forza di una legge discriminatoria e razzista.

Due reportage, dal Messico (Emanuela Borzacchiello) e dal Venezuela (Barbara Meo Evoli), allargano l’orizzonte della nostra riflessione mentre nello “Speciale” Daniela Daniele ci parla di una scrittrice amatissima da noi leggendarie: Grace Paley. Potrete poi leggere delle nuove proposte di audiolibri dedicati ad autrici e lettrici molto speciali (Nadia Tarantini), di arte (Elisa Coco), di cinema (Maria Grosso), di femminismo e postcolonialismo (Marina De Chiara), di donne e sindacato (Ivana Rinaldi), di giardini (Francesca Neonato). Anna Simone ha parlato per noi con Anna Negri, mentre Stefania Lucamante recensisce l’ultimo libro di Melania Mazzucco e Fausta Squatrini quello di Grazia Livi. E poi, come di consueto, molte Letture, Ultimi arrivi, suggerimento per i nostri lettori/lettrici Under15. Insomma, un numero assolutamente da non perdere.

MA NON DIMENTICATE DI RINNOVARE L’ABBONAMENTO
A LEGGENDARIA! Ora è facilissimo andando su 
www.leggendaria.it