You are currently browsing the category archive for the ‘Pensiero’ category.

foto di Bianca Madeccia

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

(…)

Per la nostra società evitare lo sforzo è una condizione di felicità. La comodità è felicità nell’era della tecnica e della dimenticanza dell’essere. Tutti noi preferiamo beneficiare di qualche comodità. L’inganno sta nel farne l’unica idea di felicità possibile. (…) L’idea che conti solo il risultato è fondamentalmente ridicola poiché non si tratta del risultato ma del percorso. In altre parole, il risultato finale è per tutti una tomba. Se l’uomo perde l’idea di percorso, perde tutto. La questione dello sforzo non è dunque morale ma ontologica. (…) Leggi il seguito di questo post »

Potenza celeste che ti nascondi nelle pieghe

dell’encefalo,

dote senza fondo elargita al genere umano

in saecula saeculorum,

tu sei innumere come la via lattea

e molteplice come l’erba.

Leggi il seguito di questo post »

Comincia, efebo, col percepire l’idea

Di questa invenzione, questo mondo inventato,

L’idea inconcepibile del sole.

  Leggi il seguito di questo post »

AGITARE L’OCCHIO PRIMA DI VEDERE.

 

Vedere il nascosto è alla portata di tutti, ma la tradizione ci ha abituato a credere che solo gli Indovini, i Profeti e i Poeti vedano di nascosto. Il nascosto è spesso il Futuro, ma più frequentemente è il Presente stesso. quando si chiede ad un uomo di approfondire il suo “vedere” generalmente risponde: “io non sono un profeta”. Invece io affermo di essere profeta, non nel senso intimidatorio, eccezionale, ma nel senso che ogni uomo può coltivare il verbo Vedere. La vera utilità della poesia (Poiesis= creare) è di sviluppare agriculturalmente in ognuno le proprie facoltà poetiche. È a questo che serve la poesia.
Non è poeta chi scrive solo poemi, è poeta chi vede il nascosto (e qui che viene la grande mistificazione). La poesia è un metodo scientifico di vedere. Anche la scienza è volgarmente mistificata nelle sue applicazioni, ma il vero scienziato cerca di rivelare in senso apocalittico (rivelazione) il reale, il vero comportamento della materia.

 

(Sebastian Matta Echaurren)

Variazioni sul buio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: