You are currently browsing the tag archive for the ‘traduzione di Domenico Ingenito’ tag.


Contro gli Angeli urlerei una notte, se Dio io fossi,
ché nel crogiolo del buio la scagliassero
la moneta del sole.
E con collera
ai servi del giardino del mondo,
la foglia gialla della luna ordinerei di strappare
dal ramo delle notti.
Dalla corte dei miei Arcangeli
e tra i suoi veli
distruggerei l’intero mondo
con la rabbia furiosa del mio pugno.

Leggi il seguito di questo post »

 

Due traduzioni inedite della poetessa iraniana Jehan Malek Khatun, XIV secolo. La versione italiana dei testi di Jehan Malek Khatun qui pubblicati è a cura del poeta e traduttore Domenico Ingenito. 

Leggi il seguito di questo post »


1. Quando ti stringo e ti guardo
lo capisco
che una cosa speciale 
ci accade…e cosa m’importa
di tutti i volti belli
che sono al mondo?    
  
Leggi il seguito di questo post »

Variazioni sul buio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: